Menu principale

Una nuova idea di futuro

MENU Dona ora
immagine header
È un impegno scritto nel nostro DNA
La Bocconi nasce dal gesto di un filantropo anticipatore del suo tempo. Ferdinando Bocconi credeva fermamente che l'Università sarebbe diventata protagonista di primo piano nello sviluppo della cultura economica nazionale, fornendo ai giovani l'opportunità di contribuire allo sviluppo del Paese.

Nel corso della sua storia, la Bocconi ha attratto molte altre donazioni filantropiche, perché questa intuizione originaria, condivisa dalla parte più attiva del Paese, resta viva e concreta.

Oggi, per proseguire su questa strada, la Bocconi lancia la campagna "Una sfida possibile". Con un'ambizione: raccogliere 120 milioni di euro entro il 2020 da donazioni private di aziende, fondazioni e individui.

È uno sforzo senza precedenti, ma è la condizione per poter contribuire significativamente a migliorare il contesto in cui viviamo, ricercando soluzioni eque, sostenibili e concrete ai grandi problemi del mondo contemporaneo.

Investire nel capitale umano e intellettuale, nei giovani perché la ricerca diventi conoscenza e innovazione per l'intera collettività. Questo è il nostro impegno, questa è l'idea di futuro in cui vi chiediamo di riconoscervi, insieme a noi.

Un ideale su cui la Bocconi investe
L'eredità ideale lasciataci dal nostro fondatore non è rimasta inascoltata. L'impegno scritto nel nostro codice genetico ha prodotto una politica a favore dei giovani, del talento e del merito, che ha avuto importanti risultati concreti.

Nell'anno accademico 2014/2015 le agevolazioni erogate per esoneri e borse di studio hanno raggiunto i 25,33 milioni di euro, con un trend di crescita rilevante.

Uno sforzo di dimensioni notevoli che ci è consentito anche dal vostro sostegno.